Come "bloccare" il Coronavirus -

Lettera aperta di un medico immunologo epigenetista al dr. Vincenzo D'Anna Presidente ONB

Egr. Sen. Dott. Vincenzo D'Anna

Presidente dell'Ordine Nazionale dei Biologi

Con la presente desidero esprimere un sentito ringraziamento a Lei per il sostegno e ai suoi giornalisti per la professionalità, dimostrata in corso di registrazione su ONB-TV sul "Coronavirus: interviste a esperti di immunologia e genetica predittiva".

Apprendo con soddisfazione che è stata condotta presso L'Istituto Nazionale Tumore "Pascale", con buoni risultati, su due pazienti gravi, l'uso del Tocilizumab o Atlizumab come "Off-Label" per le complicanze da CO-VI-D-19.

Di questi uno è migliorato in meno di 24 ore ed analoghi risultati sono stati ottenuti in Cina.

Il Tocilizumab o atlizumab, farmaco immunosoppressore, è un anticorpo monoclonale sviluppato dalla Hoffmann-La Roche e Chugai Chugai ed è utilizzato principalmente per il trattamento dell'artrite reumatoide e dell'artrite idiopatica giovanile sistemica. Esso è attivo prevalentemente contro il recettore dell'interleuchina-6 (IL-6R) e TNF. Queste citochine giocano un ruolo cruciale nella risposta immunitaria, implicata nella patogenesi di molte malattie. Mi permetto di sottolineare come nello speciale da me condotto sul ruolo della nutraceutica abbia dato risalto ad una fitolessina "Trans-Resveratrolo" anticipando quando già intuito dai ricercatori partenopei; ovvero che il meccanismo d''azione del trans-resveratrolo controlla proprio la risposta infiammatoria interferendo con i processi trascizionali per IL-6 e TNF. Il Trans-resveratrolo (ancor piu' se coniugato con il Glucano 1,3-1-6) ha anche effetti protettivi per ridurre l'eccessiva produzione endocellulare di R.O.S e M.D.A, che si producono a seguito dell'assemblaggio delle proteine indispensabili per creare un nuovo virus per poi uscire dalla cellula. Questa caratteristica ne fa un buon candidato per il suo possibile uso in prevenzione e come modello per la progettazione di nuovi farmaci. Tutte queste osservazioni potranno essere di grande aiuto nella compressione di come un nutraceutico classificato come G.R.A.S (Generally Recognized As Safe), possa essere utilizzato in prevenzione e durante i periodi vaccinali e/o endemici.

In conclusione si dimostra che la nutraceutica può essere un filone di ricerca per sviluppare rimedi capaci di interagire al meglio con l'organismo in modo fisiologico.

Qualche nota bibliografica

Chengzhi Chen, Xuejun Jiang, Yanhao Lai, Yuan Liu, Zunzhen Zhang.
Il resveratrolo protegge dai danni ossidativi indotti dal triossido di arsenico attraverso il mantenimento dell'omeostasi del glutatione e l'inibizione della progressione apoptotica. Environ Mol Mutagen. Aprile 2015;
Mahnaz Ghowsi, Homayoun Khazali, and Sajjad Sisakhtnezhad. Evaluation of TNF-α and IL-6 mRNAs expressions in visceral and subcutaneous adipose tissues of polycystic ovarian rats and effects of resveratrol. Iran J Basic Med Sci. 2018.
Dott. Andrea Del Buono
Medico Chirurgo - Immunoallergologo
Specialista in Medicina Preventiva e del Lavoro
Presidente Fondazione "DD Clinic Research Institute"